Ad ognuno la sua p’Arte – 2019

 

Evento d’arte internazionale

Arte contemporanea nei viuzzi di un borgo storico
 
Mostra all’aperto:

domenica 18 agosto 2019

visite guidate dalle ore 10 alle ore 18
performance artistiche dalle ore 18
rinfresco, musica  ore 20:30

 

Artisti

Menno Schrap NL, Jessica Padt NL, Mikaela Drux DE/CH, Françoise Rod CH/FR, Madeleine Doré CA/FR, Giuseppe Pintus IT, Sebastiano A. De Laurentiis IT, Valérie Daval FR, Yves Denogent CH, Marie Noëlle Deverre FR, Samuel Boré FR, Neckel Scholtus LU, Nancy Exarhu GR/US, Janet Park CO/US, Marcos Vidal ES, Christine Gist GB, Blanca Alonso ES, Maria Morata ES/D, Nicolae Velciov RO, Jan Pohribny CZ, Kirsimaria E. Törönen FI, Ettore Labbate IT/FR, Rafaël Guiavarc’h FR, Nikolas Foure FR.

Anche quest’anno gli artisti arrivano non solo dall’Italia, ma dagli USA, dalla Corea, dalla Spagna, Grecia, Svizzera, Francia, Germania, Inghilterra, Lussemburgo, Olanda, Finlanda, Republica Ceca e della Romania per trasformare l’antico borgo di Villatalla per alcuni giorni in un luogo che pullula di creatività, fantasia e arte.

25  artisti faranno vivere l’arte contemporannea con installazioni, musica, coreografie, performance, pittura, disegno, incisioni, progetti participativi, ecc

Ad ognuno la sua p’arte è il nome dell’evento artistico, perché ogni autore mette la sua arte e ogni autore lo fa a modo suo: si vedono installazioni, disegni, sculture, performance, interventi poetici, sonori e visuali. Anche gli abitanti del villaggio giocano un ruolo importante: alcune famiglie danno alloggio agli artisti, i bambini di Villatalla fanno da guida attraverso la mostra all’aria aperta, gli uomini aiutano a montare i pezzi pesanti e le donne preparano le loro buone torte per il rinfresco. L’evento stesso e la sua preparazione diventano infine un’opera d’arte collettiva. Ad ognuno la sua p’arte è un incontro conviviale tra artisti, residenti, visitatori e ragazzi del paese.

 

Villatalla: Un luogo unico per l’arte 

Chi è dell’entroterra di Imperia lo sa bene: Villatalla incanta i suoi visitatori non solo con la sua aria di montagna, fresca e pura, ma anche con una vista davvero mozzafiato. Domenica il 18 agosto il borgo si presterà con i suoi «carruggi» già per la sesta volta come cornice ai lavori dei creativi. Ogni anno vengono nuovi artisti da tutti gli angoli del mondo per farsi ispirare da questo luogo idilliaco. L’arte sorge nelle viuzze, nelle piazzette, nelle fontanelle, negli orti circostanti e i visitatori la possono scoprire tappa per tappa, seguendo un percorso attraverso tutto il paese. Un’esperienza non solo istruttiva ma anche molto suggestiva: il percorso creativo installato nelle viuzze permette di scoprire le magnificenze e i lati sorprendenti dell’arte contemporanea proprio attraverso il dialogo, a volte anche in forte contrasto che quest’ultima crea con il contesto medievale. Dall’altro lato l’evento permette agli spettatori di vedere il territorio in modo nuovo e insolito: i piccoli angoli nascosti, le antiche mura in pietra, le fontanelle dall’acqua della sorgente millenaria, la chiesa maestosa, i panorami incantevoli – l’arte evidenzia tutti questi piccoli tesori ancora di più.

 

tadlachance: l’associazione organizzatrice

Chi organizza questo evento davvero speciale è l’associazione tadlachance (dal francese “tu as de la chance” – tu sei fortunato): Il gruppo d’artisti fondato nel 2002 si inserisce nella corrente dell’arte contestuale e relazionale e sviluppa il nomadismo artistico. Che cosa significa? L’associazione sceglie artisti che hanno la capacità di intervenire in un contesto di vita reale. Devono creare un’opera specifica, realizzata sul posto, che sia l’incontro tra la loro visione personale e l’ambiente circostante: naturale e umano.

L’associazione cerca di far uscire l’arte dai luoghi tradizionali di esposizione e collocarla in posti e situazioni nuovi. Il gruppo sostiene l’idea che appartiene all’artista di andare verso le persone e di incitarle a prendere parte ai progetti d’arte contemporanea. L’obbiettivo di tadlachance è di tessere dei legami tra gli individui e le differenti collettività. Madeleine Doré e Françoise Rod ne sono le istigatrici

http://www.tadlachance.com/

 

VillArte: l’associazione culturale del paese che accoglie. 

VillArte è un gruppo di persone che ha lo scopo di promuovere l’arte e la cultura, visioni e creatività, musica e film nel pittoresco borgo di Villatalla che è situato alla Riviera italiana, nell‘entroterra di Imperia. La finalità dell‘associazione comprende sia la presentazione e lo studio dell‘arte contemporanea che la cura delle antiche tradizioni e la documentazione della storia di Villatalla. Per questo scopo gli abitanti del borgo e delle persone che amano il paese, tra cui tanti artisti e creativi provenienti dalla Svizzera, Francia e Germania si sono uniti. VillArte organizza l’evento insieme a tadlachance.

www.vill-arte.eu

 

Speak: la ditta che offre le residenze agli artisti

Speak è la ditta di Sibylle Sommerer. Insieme ai suoi ex-soci Brigitt Walser e Jürg Hebeisen ha fondato nella primavera 2010 L’atelier di Villatalla, un’offerta ad artisti svizzeri di spostare il loro lavoro creativo per qualche mese in Liguria. Ma è anche un’offerta alla gente di Villatalla di entrare nel dialogo con l’arte contemporanea. Grazie alla loro iniziativa la gente di Villatalla si è appassionata all’arte e ha cominciato a intraprendere varie iniziative per promuoverla.

http://www.speak.ch/

I ragazzi di Villatalla: le Guide. 

Sotto il coordinamento del ragazzo Pietro Gazzano, i bambini del villaggio sono le guide del percorso d’arte. Divisi in coppie presentano le opere e gli artisti ai visitatori. Questo servizio, molto apprezzato dai visitatori, di solito lo danno in varie lingue: Italiano o dialetto, inglese, francese e tedesco. Inoltre i bambini quest’anno realizzano alcune opere.

Per realizzare questo evento ci vuole l’aiuto di tanti. Per cui vogliamo esprimere qui la nostra gratitudine a tutti gli abitanti di Villatalla, a Speak, a VillArte, alla famiglia Gazzano, Schrap e  Camagni, ai frati benedettini, all’associazione tadlachance, alla città di Cuges Les Pins e al dipartimento delle Bouches du Rhône.

Informazioni: cell +39 3202650557 (in italiano); +33 615978618 (en francais); +49 179 745 1118 (auf deutsch)

link:
www.tadlachance.com
tadlachance@libertysurf.fr
www.vill-arte.eu